Tempo di Agire

Mi rivolgo ai miei lettori, che vogliano girare questo appello ad altri amici con la speranza di continuare tale catena virtuosa in felice progressione. Non possiamo lasciare solo chi si impegna nell’informazione su temi spinosi e segretati mettendo a rischio la propria incolumità. Dobbiamo agire.

Leggi il resto dell'articolo

La disbiosi ed il cibo che cura - informazioni su dieta GAPS e dieta paleolitica


Per informazoni sul metodo di cura della dottoressa Campbell-McBride (basato sulla dieta e sui probiotici) vedi http://disbiosi.blogspot.it/

giovedì 26 febbraio 2015

E' curabile la sindrome di Rett?

La sindrome di Rett è, secondo la definizione ufficiale, un disturbo molto simile all'autismo, ma che da esso si distingue anche per due fattori: la presenza di alterazioni nel gene MECP2 presente sul cromosoma X, ed il fatto che per lo più si manifesta nelle bambine, e solo in rarissimi casi nei bambini maschi. Al contrario l'autismo si manifesta più spesso nei maschi, ma c'è anche una considerevole percentaule di bambine che sviluppano l'autismo (o "Disturbo dello spettro autistico", come sarebbe meglio definirla, vista la multiformità di tale problema).

Questi dati evidentemente indicano una componente genetica nello sviluppo di entrambi i disturbi (Sindrome di Rett e Disturbo dello spettro autistico), ma di che tipo è questo fattore genetico?

La possibilità di curare l'autismo con interventi di vario tipo, benché nascosta dai mass-media e dalle istituzioni sanitarie, mostra che non si tratta di una malattia legata ad un gene difettoso, che una volta presente causa una malattia inguaribile, ma di una malattia nella quale gioca un ruolo il fattore epigenetico. L'epigenetica è quella branca della scienza che studia l'espressione del gene in raqpporto all'ambiente, dal momento che si è scoperto da tempo che molte volte lo stesso gene attiva comporetamenti differenti a seconda di quello che è l'ambiente in cui vive la cellula. Uno dei fattori più importanti che crea un certo tipo di ambiente per le cellule del nostro corpo è il fattore nutrizionale (il cibo che assumiamo), alto  fattore importanre è l'inquinamento ambientale.

L'importanza dell'epigenetica è ancora fin troppo sottovalutata da molti medici'ambiente, sebbene ampiamente riconosciuta in ambito scientifico; si sa bene, per esempio, che topolini con geni difettosi possono non sviluppare il disturbo genetico cui sarebbero predisposti, se vengono nutriti in una maniera pareticolare. Vedi l'articolo di questi due ricercatori dell'Istituto Superiore di sanità:

Risulta quindi fondato il sospetto che sia la sindrome di Rett che il disturbo dello spettro autistico siano legati ad un danno epigenetico più che genetico in senso stretto

Personalmente ho avuto modo per puro caso di conoscere una bambina che soffriva di questa sindrome, e devo dire che il suo comportamento era fin troppo simile a quello di uno dei tanti bambini guariti con il metodo GAPS. Ma ciò che più conta è una interessantissima testimonianza (riportato sul sito dell'Associazione italiana Rett) di una dottoressa che è riuscita a migliorare di molto il quadro clinico di una bambina affetta da sindrome di Rett dopo avere riconosciuto in lei una forte infezione da parassiti. L'utilizzo di un farmaco antiparassitario (Combantrim, che si basa sul principio attivo detto Pirantel Pamoato) assieme all'integrazione di fermenti lattici, ha permesso in questo caso di risolvere molti problemi gastro-intestinale della bimba e di tenere sotto controllo le sue crisi epilettiche. Vedi l'articolo:

Guarda caso la cura della disbiosi intestinale con dieta e fermenti lattici è l'intervento cardine del protocollo nutrizionale GAPS messo a punto dalla dottoressa Campbell-McBride, mentre la centralità delle infezioni da vermi parassiti nello sviluppo dell'autismo è stato messo a fuoco soprattutto dal lavoro di Andreas Kalcker e Miriam Maceda (autori di un apposito protocollo antiprassitario).

Il sospetto (ovvero la speranza) è che lavorando per risolvere il problema di disbiosi e di parassitosi, si possano guarire anche le bambine affette da Sindrome di Rett. Su un forum in lingua spagnola ci sono testimonianze di genitori che riferiscono si stare guarendo le proprie figlie affette da questo disturbo grazie all'applicazione del protocollo CD (biossido di cloro) e del trattamento antiparassitario, secondo le indicazioni contenute nel libro Guarire i sintomi noti come autismo, di Kerri Rivera.

giovedì 19 febbraio 2015

Il presidente del Sudan afferma: CIA e Mossad sono dietro l’Isis e Bolo Haram

 

Il quotidiano The independent, in un suo articolo del 17 febbraio 2015, ci informa che “Il Presidente del Sudan afferma che CIA e Mossad sono dietro l’Isis e Bolo Haram”:

L’affermazione è stata fatta durante una intervista con Euronew.

Il presidente Sudanese Omar Al-Bashir ha testualmente affermato (riferendosi al video che mostrerebbe la decapitazione di 21 cristiani copti in Libia): “Ho detto che la CIA ed il Mossad sono dietro queste organizzazioni; non c’è nessun musulmano al mondo che farebbe certe azioni”.

Boko Haram – ci informa The indipendent - ha rapito 300 ragazze da una scuola in Nigeria ed ha recentemente rivendicato un massacro nella città nigeriana di Baga, affermando che le uccisioni erano solo la punta dell’iceberg. Al-Bashir ha messo in guardia dall’adozione di misure violente per combattere questi miliziani, in quanto secondo lui ciò potrebbe portare ad una risposta ancora più violentemente estremista.

Al-Bashir dice che la politica sudanese è quella di smontare l'estremismo con il dialogo: “dopo che arrestiamo questi giovani portiamo un gruppo di giovani ricercatori che instaurano una discussione con loro sui loro ideali, e riusciamo ad allontanare molti di loro dalle idee radicali.

The indipendent segnala anche altre personalità politiche che di recente hanno fatto simili affermazioni. Poco prima delle dichiarazioni di Al-Bashir, anche il leader degli Hezbollah del Libano aveva affermato infatti che CIA e Mossad (i servizi segreti di Stati Uniti ed Israele) sono dietro il gruppo estremista.

A gennaio era stata la volta di Melih Gokcek, sindaco della città turca di Ankara, che aveva accusato il Mossad di essere coinvolto nella strage di Charlie Hebdo, che sarebbe stata portata a termine per scatenare l’ostilità contro l’Islam.




 Leggi anche

Generale francese "L'ISIS l'hanno creato gli USA"

Prove fotografiche  del rapporto ISIS-USA
http://popoffquotidiano.it/2014/08/23/il-patto-isil-usa-in-una-foto/

L'ISIS è stata partorita dagli americani, tutte le prove
http://blog.you-ng.it/2014/08/24/lisis-stata-partorita-dagli-americani-tutte-prove/ 
  
Il giornalista Marcello Foa: la verità SHOCK sull'ISIS, ecco cosa nascondono i media!

lunedì 16 febbraio 2015

Se USA e UE stanno dalla parte del torto, qual'è il ruolo di Putin?

Mentre un generale francese conferma che l'ISIS è una creatura degli Stati Uniti giunge dall'Ucraina un video che fa ben capire come tagliando e cucendo le interviste fatte, si addossano le colpe del bombardamento ai "ribelli" (o "terroristi" come dicono i TG ucraini). Ma pensate davvero che i separatisti ucraini possano bombardare le proprie stesse città?

Qualcuno in questo caso è riuscito fortunatamente ad entrare in possesso delle interviste originali, e riguardando i filmati integrali si scoprono gli altarini.



Non c'è dubbio che USA+UE stanno montando false notizie al fine di giustificare non solo il regime di Poroshenko, ma anche un possibile (e prossimo) intervento militare che potrebbe gettare l'intera Europa in un conflitto epocale. Vedi anche quanto evidenziato in un articolo sul sito versounmondonuovo, il quale riporta tra le altre due notizie fondamentali che qui riporto con il relativo commento.
Lo stato maggiore ucraino ha ammesso che non ci sono forze russe in Ucraina e che migliaia di richiamati non si presentano ai centri di reclutamento. Centinaia di soldati ucraini lealisti disertano e si rifugiano in Russia
http://www.bbc.com/news/world-europe-28637569
http://www.cbsnews.com/news/russia-hundreds-ukraine-troops-defect-russia-military-drills-border/

E’ evidente a tutti che da una parte ci sono ucraini (quelli dell’est) che lottano per una causa e dall’altra ucraini (quello dell’ovest) che non sanno perché stanno morendo e uccidendo altri ucraini.
Però, se è vero che il comportamento di Putin in questa occasione pare limpido ed onesto, è pur vero che sulla Russia come sull'Italia e sugli Stati Uniti i governi avvelenano la popolazione alla stessa maniera con le irrorazioni della geoingegneria clandestina. Come credere ai proclami di Putin quando parla di difesa del popolo russo se la struttura statale russa, come quella italiana e quella statunitense, collaborano a questo enorme e mostruoso piano di avvelenamento?

Dov'è la vera differenza tra il regime moscovita e quello delle nazioni occidentali? Qui sotto due video di propaganda al microchip impiantabile, uno dalla televisione russa in lingua inglese (Russia Today)  e l'altro da Euronews. Dov'è la differenza? 

https://www.youtube.com/watch?v=zZCHxgdjqms

https://www.youtube.com/watch?v=8hnEYF_BSiQ

E guardiamo anche cosa dice Putin in questo suo discorso (per altro condivisibile, almeno entro certi limiti), che la Russia darà una mano a fronteggiare il crimine organizzato, la diffusione della droga e ... le gravi malattie come l'Ebola

Possiamo davvero credere che Putin (ex agente di alto grado del KGB) non sappia niente di quello che sta succedendo nel mondo? Che non sappia che la diffusione della droga sia sempre stata agevolata dai governi nazionali allo scopo di rimbecillire la gente, di avvelenarne il corpo e ottunderne la mente? Che non sappia niente della truffa dell'Ebola e di altre malefatte delle lobby farmaceutiche? 

In apparenza Putin potrebbe sembrare quasi onesto, sicuramente molto più della sua controparte statunitense, ma ricordiamo che egli è un ex leader degli spietati servizi segreti della russia comunista (KGB), che ha poi lavorato per i nuovi servizi segreti della Federazione Russa, che ha avuto modi di fare dittatoriali, che una giornalista che ha denunciato queste cose è stata uccisa, che egli si è impegnato in una guerra sanguinaria contro gli indipendentisti ceceni, che ha invaso la Georgia annettendo l'Ossezia del Sud. E sebbene si possa riconoscere che anche certe azioni dure, ed anche crudeli abbiano preservato l'unità e la sicurezza della Federazione Russa, non possiamo dimenticare che la guerra è sempre un male terribile, e che i Ceceni (da lui colpiti) erano indipendentisti come lo sono adesso gli Ucraini dell'Est. 
Del resto anche dall'altra parte abbiamo UE-USA-NATO che prima appoggiano l'indipendenza del Kosovo intervenendo militarmente, e poi si stracciano i vestiti quando l'Ucraina dell'Est reclama la sua indipendenza. 

Detto questo pare proprio che Putin sia uno dei più importanti attori sul palcoscenico internazionale, un attore al quale è stata assegnata da recitare la parte del buono, così come ad Obama è stata assegnata la parte del cattivo. 

Per creare un conflitto occorre sempre che ci sia un buono ed un cattivo; ai tempi del nazismo il cattivo era Hitler, ed i buoni erano Gran Bretagna e Stati Uniti. La (supposta) presenza dei buoni galvanizzò la volontà di combattere di molte popolazioni, ma poi si è scoperto che quei buoni, cui tutti si appoggivano per rovesciare il fascismo ed il nazismo, non erano tanto diversi dai cattivi sconfitti, che hanno sfruttato la vittoria nella guerra per imporre un predominio economico ed una egemonia militare su tutta l'Europa (e non solo), e che nel corso della guerra hanno compiuto enormi carneficine delle popolazioni civili avversarie (basti ricordare i bombardamenti di Amburgo, Dresda, Tokyo, Hiroshima, Nagasaki).

Forse l'atteggiamento tutto sommato onesto di Putin in questo periodo ha proprio questo scopo, ma è chiaro che se volesse potrebbe impedire la guerra in un istante. Semplicemente egli non lo fa. Se volesse potesse mostrare al mondo le prove del complotto dell'11 settembre (sebbene si vocifera che voglia farlo), se volesse potesse spiegare al mondo quanto i vaccini e molti altri farmaci siano pericolosi per la salute della popolazione, se volesse potrebbe spiegare al mondo la reale natura di quelle scie bianche che coprono i cieli di tutto il mondo. In tal modo curerebbe davvero l'interesse non solo del popolo russo, ma dell'umanità intera, che smetterebbe di sentirsi divisa e contrapposta, che si vedrebbe finalmente come un unico popolo sottoposto alla tirannia globale.

Certo, sarebbe bello poter sperare che prima o poi costui si decida a fare un simile passo, ma temo sia un'esile speranza, ed in questo concordo con l'articolo scritto da Zret sull'Ucraina

In alternativa potremmo pensare che egli vorrebbe fare qualcosa, ma più di tanto non può fare, proprio perché anche lui è invischiato in certi rapporti con il potere occulto, ed in tal  caso ben sa che se si permette troppa libertà di azione fa una brutta fine anche lui. Certo, sperare si può sempre, e in fondo su Kennedy difficilmente si sarebbe fatto affidamento dopo i suoi primi due anni di politica (l'escalation mitare nel Vietnam, per esempio, si dovette alla sua amministrazione, sebbene pare che poco prima di essere assassinato avesse avuto intenzione di porre fine all'intervento USA). Eppure egli prima bloccò il piano Northwood (che prevedeva degli attentati false flag che dessero la scusa per l'attacco militare a Cuba) e poi abolì il signoraggio. 

Ma ben sappiamo che queste sue mosse ne decretarono l'eliminazione fisica. Da molto tempo ormai i leader mondiali che si oppongono al sistema vengono eliminati: Kennedy, Allende, Lumumba, e verrebbe da dire che anche Putin verrebbe eliminato se finalmente si decidesse ad opporsi concretamente alle élite occulte che comandano questo martoriato pianeta. In realtà solo se vuotasse realmente il sacco, denunciando la cospirazione globale in atto, potrebbe avere qualche speranza di opporsi ai vertici della piramide, ma dovrebbe anche ordinare di lasciare a terra tutti gli aerei che nella sua federazione spargono veleni sulla popolazion, e portare la Tv di stato a riprendere quei velivoli ed i loro dispositivi di irrorazione, spiegando come sia stato finora costretto dai poteri forti a consentire a questo scempio, dicendo ai propri concittadini che la prova delle scie chimiche sta nel fatto che dopo averere ordinato la cessazione di quei voli, dopo avere fatto smontare tutti gli erogatori presenti negli aerei civili, di scie nei cieli non se ne vedranno più.  

L'unica salvezza per un leader che vuole davvero stare dalla parte dei cittadini consiste nel far prendere loro realmente coscienza di quello che sta succedendo, in modo che tale che il popolo comprenda  chi sono realmente i propri nemici. Se la consapevolezza è condivisa dalla maggior parte della popolazione, le armi dei cospiratori e dei vertici della piramide sono spuntate, in fondo essi sono poche migliaia e noi siamo miliardi.
 



Quanto alla possibile rivelazione del coinvolgimento del governo USA nell'attentato false flag dell'11 settembre, anni fa vidi un video nel quale si preannunciava che la realtà sarebbe stata rivelata dalle stesse élite al fine di creare (e pilotare ovviamente, secondo le loro modalità e i loro fini) un moto di sdegno contro gli USA e le loro istituzioni. In tale ottica avrebbero un senso anche gli errori plateali commessi nell'allestimento della dolorosa sceneggiata: tre grattacieli abbattuti ma solo due aerei a disposizione, immagini di un muso di aereo che esce dalla torre tale e quale come ne è entrato, etc. Come il nazismo è stato finanziato ed armato dalle élite occulte, per poi essere gettato nella polvere, così sarà per l'impero a stelle e strisce?

La carta del gioco degli illuminati riprodotta qui a fianco, rappresenta la fine ingloriosa del secondo mandato di Obama?

giovedì 12 febbraio 2015

Il problema dei denti del giudizio


L’analisi degli antichi teschi, come mostra anche il dentista W. A. Price nel suo libro “Nutrition and physical degeneration”, ci indica che anticamente tutti i denti degli esseri umani, compresi quindi i denti del giudizio (terzi molari) avevano lo spazio necessario per inserirsi correttamente nell’arcata dentale. Peraltro lo studio dei reperti fossili dei nostri più antichi progenitori mostra una incidenza della carie davvero bassissima, persino inferiore a quella degli animali contemporanei. Tutto ciò indica uno stato di salute ottimale, conseguenza di uno stato nutrizionale perfettamente adeguato: cibo naturale, assolutamente mai processato, raccolto e mangiato, eventualmente cotto, ma non certo adulterato come nell’epoca moderna, dove la maggior parte del cibo è raffinato, processato, additivato, dolcificato, sottoposto a manipolazione industriale. Solo alcune popolazioni rimaste allo stato “primitivo”, che continuano ad alimentarsi come i loro antichi antenati, hanno mantenuto fino a tempi recenti una simile condizione di salute (dentale e generale).

Essendoci sempre posto per tutti i denti (denti del giudizio compresi), mancando problemi ortodontici di qualsiasi genere in conseguenza dell’ottimo stato nutrizionale (vedi sempre il succitato libro di W. A,. Price), essendo la carie pressoché sconosciuta, l’uomo sostanzialmente sconosceva i problemi di salute legati ai denti e quindi anche tutti quei problemi legati all’applicazione di cattive procedure odontoiatriche (otturazioni con metalli pesanti, denti devitalizzati, cavitazioni, malocclusione, galvanismo).

Man mano che l’alimentazione dell’essere umano è cambiata, è peggiorato lo stato di salute generale, lo stato di salute dei denti, ed in più si è manifestata una degenerazione sempre più frequente e sempre più marcata, con sempre maggiori casi di problemi ortodontici (denti sporgenti e/o storti, casi di malocclusione, denti affollati per mancanza di spazio nelle arcate dentarie, denti del giudizio inclusi totalmente o parzialmente nell’osso mandibolare, denti del giudizio storti, o addirittura ruotati di 90 gradi rispetto alla loro posizione naturale).

Allo stato attuale è molto difficile trovare degli esseri umani nei quali i denti del giudizio spuntano fuori per come dovrebbero essere (ovvero per come succedeva ai nostri lontani antenati); secondo alcuni dentisti circa il 90% dei denti del giudizio della popolazione attuale sono problematici e quindi possibili fonti di problemi. I denti del giudizio secondo lo studio del dottor Voll (inventore per l’appunto della EAV, elettro-agopuntura secondo Voll) sono in relazione all’intestino tenue, alla spalla, al gomito, all'orecchio intermedio ed ai nervi periferici, ma è noto ormai nella letteratura scientifica che i denti del giudizio inclusi o parzialmente inclusi, insomma male innestati nell’osso mascellare, possono essere causa di mal di testa ricorrenti (e molto dolorosi) di nervosismo e altre manifestazioni di “malattia mentale”. Il sito http://adleritalia1.blogspot.it/ mostra una discreta panoramica di questi problemi.

Purtroppo però, se la presenza scomoda di questi denti inclusi nell’osso mandibolare può essere causa di molti problemi, l’estrazione dei denti stessi, eseguita senza rispettare precise procedure può causare nuovi problemi, o causare alla lunga gli stessi problemi di prima (giacché il sito compromesso, seppure in maniera differente) è sempre lo stesso. Se soprattutto non viene rimosso il periodontio (un legamento che sta intorno al dente, e che si rimuove facilmente con una semplice fresatura alla fine dell’estrazione), si lascia in quel sito una sostanza morta che diviene facilmente cibo per i batteri anaerobi. In tal maniera si può sviluppare un’infezione dell’osso mandibolare che va avanti in maniera asintomatica (non si sente dolore nel sito del dente estratto) ma ciò nonostante può causare una serie di problemi anche gravi, finanche malattie infiammatorie e croniche (artrite, tiroidite, cancro, sclerosi multipla etc.). In realtà sono ben pochi i dentisti consapevoli di questi problemi, quasi nessuno elimina il periodontio, e quasi nessuno usa la neural-terapia (iniezioni di procaina) per eliminare ulteriori problemi post-estrattivi.

È quindi un dilemma di difficile soluzione: tenersi un dente del giudizio che crea problemi anche a distanza (focus dentale) o estrarlo rischiando problemi a volte anche peggiori? L’unica soluzione in tal caso (come in tanti altri consimili) pare sia innanzitutto trasformarsi in pazienti informati e consapevoli, leggendo e studiando, quindi scegliere uno dei pochi dentisti affidabili, eventualmente spostandosi anche di qualche centinaio di chilometri per una semplice estrazione, oppure rivolgersi ad un chirurgo maxillo-facciale disponibile a seguire un protocollo concordato con il paziente. 

In effetti non tutti i dentisti sono in grado di estrarre i denti del giudizio, specie quelli inclusi, ed i più onesti demandano a volte l’operazione per l’appunto ad un chirurgo maxillo-facciale.  Tante volte infatti, l’estrazione del dente del giudizio compiuta da un dentista si dilunga per un tempo lunghissimo, e a volte un pezzetto di quel dente resto dentro l’osso, un'eventualità che può a lungo andare creare dei problemi, proprio perché si tratta (come nel caso del periodontio) di un pezzo di dente ormai morto (scollegato dal tessuto vitale) che resta a marcire dentro la mandibola, con tutti i problemi che ne conseguono.